FAQ

Mio figlio dovrebbe seguire una terapia logopedica, come funziona il percorso?

Faremo un primo incontro di consulenza, in cui raccoglieremo un’anamnesi, a cui seguiranno incontri di osservazione e valutazione del bambino; dopodiché, se necessaria e consigliabile, si inizia con la terapia.

Quanto dura una terapia?

Ogni incontro dura 55 minuti. La durata di tutto l’iter riabilitativo invece è da stabilire in base al caso.

Se mio figlio parla male, a che età deve iniziare la terapia logopedica?

Ogni caso è da valutare a sé; in linea di massima bisogna tener presente che per non avere ripercussioni sull’apprendimento scolastico, la terapia dovrà essere intrapresa almeno all’inizio dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia. Tuttavia se il bambino non parla ancora intorno ai 24-30 mesi o non costruisce bene le parole o le frasi intorno ai 30-36 mesi, è meglio chiedere un consulto.

Se mio figlio va male a scuola quando è necessario l’aiuto della logopedista?

Le insegnanti possono essere le prime a suggerire al genitore una valutazione specialistica, e già dalla fine del primo quadrimestre della prima elementare la scuola può ravvisare del campanelli d’allarme. La diagnosi vera e propria di difficoltà nell’apprendimento, nella lettura (dislessia) o nella scrittura (disortografia/disgrafia) si fa a partire dalla II elementare, mentre per le difficoltà di calcolo (discalculia), bisogna aspettare la III elementare. Ciò non toglie che la terapia si può iniziare anche prima dei tempi previsti per la diagnosi.

Se vuoi avere altre informazioni

contattare logopedista